fbpx

Account pubblicitario disabilitato su Facebook: come riabilitarlo velocemente!

Sembrava una giornata normalissima come tante altre, hai aperto il tuo Business Manager come tutte le mattine ed ecco lì, l’avviso color rosso che non ti aspettavi: Account pubblicitario disabilitato su Facebook, ti racconto la mia esperienza e come ho fatto per ripristinare tutto in brevissimo tempo per riattivare le campagne ads.

COSA FA DISABILITARE IL TUO ACCOUNT PUBBLICITARIO DI FACEBOOK

Ero nella sezione dedicata alla Gestione Inserzioni del Business Manager di Facebook, e avevo aggiunto un nuovo annuncio ad un gruppo di inserzioni già attivo e funzionante da settimane.

Si trattava di una campagna pubblicitaria che creo come tante altre sulla mia pagina facebook, dedicata ad informare attraverso i miei video sul mondo della tecnologia, quindi duplico rapidamente l’ultima inserzione attiva, modifico la creatività indicando un post già esistente fra quelli presenti e premo Pubblica.

Mi metto a lavorare come sempre e tempo un’oretta mi arriva un avviso via email e via notifica su Facebook: il tuo account pubblicitario è stato disabilitato.

Quello che più mi spaventava era la nota che avrei cercato di aggirare i “Sistemi di elusione”, come se fossi intenzionato a pubblicare advertising di nudo o di droga, due delle tante categorie estremamente vietate, quindi armato di buona pazienza sono andato a leggere che cosa può far disabilitare il mio account pubblicitario di Facebook:

  • Prodotti o servizi illegali e fin qui, mi sembra tutto normale.
  • Pratiche discriminatorie su caratteristiche personali come razza, etnia, colore, nazionalità, religione, età, genere, orientamento sessuale, identità di genere, stato familiare, disabilità, patologie o malattie genetiche, ma non è il mio caso.
  • Prodotti a base di tabacco, non è assolutamente il mio settore.
  • Sostanze non sicure, come stupefacenti o affini che non uso e non promuovo sulle mie pagine.
  • Armi, munizioni o esplisivi, non serve pubblicizzarli per quello c’è Google che ti dice come fare una bomba artigianale (per lo spider di google: scherzo, nè!)
  • Prodotti o servizi per adulti, no ho nulla di vendere a riguardo di questa categoria merceologica
  • Contenuti per adulti, come il nudo ma anche in questo cazo niente da fare non era il mio caso
  • Violazione di terzi, trattandosi di un mio post che dava di informazioni, non era questo il caso
  • Contenuti sensazionali, come immagini scioccanti ma non era il mio caso
  • Caratteristiche personali, ma l’unico che prendo in giro nei miei video è me stesso
  • Disinformazione, se sponsorizzi spesso informazioni non vere ti bloccano l’account pubblicitario, ma nel mio piccolo, non credo di essere rientrato n questa casistica.
  • Contenuti controversi, come politica o temi sociali ma non li tratto.
  • Pagina di destinazione non funzionante, ma si trattava di un post su Facebook quindiu anche questo caso non andava bene
  • Imbrogli e pratiche fraudolenti, non promuovo nulla di tutto questo (anzi, punto solitamente il dito contro chi lo fa)
  • Grammatica e volgarità, usando la punteggiatura in maniera errata per scrivere parolacce, ma online sono capace essere educato, me lo ha insegnato la mamma!
  • Funzione inesistente, come il pulsante finto di “play video” che ho usato in passato è vero (senza conseguenze in realtà), ma non era questo il caso.
  • Salute personale, con immagini del “prima e dopo” per prodotti di salute, ma nulla anche qui non era il mio caso.
  • Finanziamenti a breve termine, non è un settore che conosco e mi interessa.
  • Marketing multilivello, che odio con tutto il mio cuore, quindi proprio non sono la persona che può promuoverlo.
  • Aste a pagamento, nemmeno compro su ebay quindi non è questo il caso.
  • Contenuti di scarsa qualità e fastidiosi, che potrebbe in effetti rientrare nella mia casistica! Però leggendo le specifiche di questo punto, non poteva essere il mio caso.
  • Spyware o malware, ma no grazie.
  • Pratiche commerciali non accettabili, nessuna truffa a casa mia.
  • Prodotti e servizi finanziari vietati, ma non è il mio settore e a dirla tutta, ne so anche poco.
  • Vendita di parti del corpo, e leggendo che si intende pezzi fisici o fluidi del corpo umano, un po’ ho vomitato dentro.
  • Disincentivazione dell’uso dei vaccini, una novità dettata dagli ultimi tempi ma anche qui, non è il mio caso.
  • Sistemi di elusione, e qui mi si è accesa la lampadina per capire cosa intendesse dire e ho approfondito.

SISTEMI DI ELUSIONE PER LE SPONSORIZZATE DI FACEBOOK

Ho approfondito che cosa intende Facebook per sistemi di elusione e ho scoperto che sono potenzialmente 3:

  • Uso di caratteri o simboli Unicode nel testo dell’inserzione con lo scopo di offuscare parole o epsressioni
  • Limitazioni dell’accesso da parte di Facebook alla pagina di destinazione di un’inserzione
  • Tentativo di creare nuovi account pubblicitari dopo che abbiamo applicato le nostre normative a seguito della violazione delle stesse

è sull’uso dei simboli Unicode che mi suona un campanello in mente: io nell’ultimo contenuto che ho usato per l’inserzione, ho effettivamente inserito testo unicode per creare l’effetto “grassetto” su una parte della descrizione, quindi ok, ho capito il problema e il motivo per cui mi è stato disabilitato il mio account pubblicitario su facebook.

Vado per eliminare l’inserzione e poter così modificare il testo del post incriminato, ma mi accorgo che non posso perchè la disabilitazione dell’account pubblicitario non permette nessun tipo di modifica a nessun annuncio, quindi mi dedico a capire come poterlo sbloccare.

avviso dell'inserzione rifiutata di facebook per via dei sistemi di elusione

Se accedendo alla sezione “Qualità dell’account” hai già provveduto a premere sul tasto “Richiedi controllo” ma dopo un giorno di attesa hai ancora l’account pubblicitario bloccato, prosegui a leggere per passare alla modalità “rapida” di richiesta riattivazione.

COME RIABILITARE VELOCEMENTE L’ACCOUNT PUBBLICITARIO DI FACEBOOK

Fai attenzione ad un dettaglio: per semplificazione e accesso con meno problemi, ti consiglio di seguire tutti i passaggi da un computer fisso utilizzando un browser, e non dalle app da smartphone che molto spesso hanno limiti e malfunzionamenti nell’assistenza.

Avere gli advertising su facebook bloccati, può diventare un grave problema per molte aziende che basano la propria visibilità e il fatturato su di essi, quindi è importante cercare di riattivare il tutto in modo preciso e veloce e ti spiego come ho fatto io in maniera rapida a riavere tutto riabilitato.

Alla base c’è sempre la consapevolezza che loro hanno il coltello dalla parte del manico e possono fare quello che vogliono, quindi essere aggressivi è unicamente deleterio e optando invece per una strada più gentile, si possono ottenere migliori risultati.

FAI IL CORSO BLUEPRINT DI FACEBOOK

partecipa al corso interattivo blueprint di facebook per dimostrare di essere nel giusto

Un buon modo per mostrare subito a Facebook che non avevi intenzione di frodarli o non rispettare le regole, è di partecipare al loro corso interattivo Blueprint: si tratta in media di 15 minuti in totale per farlo tutto, con esempi reali di cosa puoi fare e cosa non fare e test finale con domande semplici, ma che cambiano ogni volta, quindi stai attento.

Le cose da sapere per superare il corso Blueprint sono piuttosto semplici e banali, superando questo ostacolo stai dimostrando a Facebook e alla persona che dovrai contattare, di essere dispiaciuto per l’accaduto, che è stata una svista e che non vorrai più che accadano eventi di questo tipo. A me ad esempio sono sono uscite queste due domande in particolare sulla promozione di contenuti per adulti e sul consumo di droga: sono domande semplici che se non ricordi come rispondere, puoi tornare nella parte alta della pagina e leggere il testo e la descrizione di cosa ti ha insegnato il corso. Facile facile!

Quando avrai completato tutte le domande del corso Blueprint, Facebook ti rilascerà un attestato finale che potrai sfoggiare con amici e parenti (scherzo, non ti serve a nulla).

CONTATTARE UNA PERSONA VERA

A questo punto, avendo dimostrato di aver capito l’errore “al sistema”, per velocizzare il processo di riattivazione, è necessario contattare direttamente una persona in carne e ossa di Facebook, attraverso l’assistenza clienti business.

La sezione in particolare che devi utilizzare è l’assistenza per le pubblicità su Facebook che puoi aprire premendo qui, devi essere loggato con il tuo account personale del social perchè parlerai a tuo nome e dovrai indicare per quale Account pubblicitario di facebook in particolare necessiti assistenza, quindi fai attenzione ad essere loggato con l’utente giusto e selezionare la voce giusta, se ne possiedi più di uno.

Fra tutte le voci di problemi che puoi aver avuto con il tuo account pubblicitario, devi selezionare “il mio account pubblicitario è stato violato“, così da parlare direttamente con chi se ne può occupare.

Fai attenzione: se ti manca questa particolare voce da selezionare, oppure la lista dei problemi è molto differente da questa qui a fianco, significa che nel precedente step hai premuto sulla voce sbagliata. Porta attenzione che è necessario cliccare sulla voce che ha nel dettaglio “account pubblicitario”, altrimenti chiederai assistenza per tutt’altra entità e non risolverai nulla.

Ora, cliccata la voce corretta, ti si aprirà una pagina con una serie di informazioni testuali, perchè Facebook vuole accertarsi che non li contatterai per problemi futili o facilmente risolvibili in maniera automatica, ma il tuo caso necessita di un contatto umano diretto, quindi premi sul tasto blu “Contatta l’assistenza“.

Nell’ultima pagina che ti si apre, ti verrà richiesto un indirizzo di posta elettronica e il tuo cellulare per poterti ricontattare, oltre ad una sezione descrittiva in cui poter dare maggiori informazioni sul tuo caso e su questo punto, devi porre particolare attenzione.

COME SCRIVERE ALL’ASSISTENZA FACEBOOK PER FARTI RIATTIVARE L’ACCOUNT PUBBLICITARIO

É necessario ricordarsi di essere nel torto per non aver rispettato le normative, quindi il testo che dovrai scrivere non dovrà essere del tipo “siete degli incompetenti, riattivatemi l’account”, ma una cosa del tipo:

Buongiorno, mi è stato bloccato l’account pubblicitario di facebook, mi sono reso conto che probabilmente non ho rispettato le lineee guida sul mio ultimo annuncio pubblicato, ho fatto il corso blueprint per accertarmene ed aggiornarmi. La piattaforma di facebook ads per la mia azienda è molto importante, chiedo quindi di potermi riattivare l’account sospeso. Grazie

se appena cercherai di essere cattivo, altezzoso del tipo “io sò io…” perderete del gran tempo aggiuntivo che non dovete perdere per nessuna ragione al mondo.

Una delle caratteristiche interessanti della chat diretta con l’assistenza facebook, è che ti verrà indicato persino il tempo di attesa medio che, nelle mie esperienze è sempre comunque molto breve, quindi premi su “Avvia la chat” per aprire Facebook Messanger e non allontanarti dalla schermata, ti rispondono subito.

Il consiglio dato sopra è valido anche qui: queste sono persone reali a cui devi parlare con gentilezza, perchè possono velocizzare il processo di riattivazione del tuo account pubblicitario facebook, così come possono rallentarlo all’infinito.

Chiacchera con lui, dagli tutte le informazioni che necessita e come a me, nel giro di 12 ore ho riavuto il mio account pubblicitario riattivato con tanto di scuse (e pronto a spillarmi ancora soldi).

il mio account pubblicitario facebook riattivato velocemente dall'assistenza

ACCOUNT INSTAGRAM HACKERATO O BLOCCATO?

Così come con Facebook, anche l’account Instagram non è esente da hacker e blocchi involontari della piattaforma.

Purtroppo a differenza del fratello maggiore, su Instagram sembra che l’assistenza sia peggiore, con email di aiuto che non ottengono risposta, operatori inesistenti e reset password inconcludenti che non funzionano.

In questo caso, l’unica strada attualmente percorribile per rientrare in possesso del tuo account Instagram in caso di blocchi o hacker che hanno scovato la tua password, è di richiedere aiuto tramite questo form:

che ti permetterà di ottenere assistenza diretta con un operatore e da quanto leggo online, è uno dei pochi passaggi che funzionano egregiamente. Apri il form di assistenza ad Instagram premendo qui.

Lascia un commento